w3w

 di tutto web

ITALSYSTEMS

LE CHIESE DI PADOVA

 

L’ampia ed immediata diffusione del Cristianesimo nel padovano è testimoniata dall’immenso patrimonio architettonico-religioso costituito da chiese, cappelle, luoghi sacri, monasteri ed abbazie, presenti su tutto il territorio.

BASILICA DI SANTA GIUSTINA

Il grande spazio del Prato della Valle, in pieno centro di Padova, immersa nel verde e nel silenzio, un'Abbazia storica alle cui origini sta una Basilica eretta nel V secolo dal patrizio Opilione, sulla tomba di S. Giustina Vergine e protomartire padovana. Da questo importante centro di vita monastica,prese le mosse la grande riforma benedettina detta della Congregazione di Santa Giustina.

Di  notevole valore il Sacello paleocristiano di S. Prosdocimo, primo Vescovo di Padova, del V/VI secolo, con alcuni frammenti di mosaico pavimentale della Basilica coeva.

BASILICA DI SANT'ANTONIO

L'attuale Basilica è in gran parte l'esito a cui si è giunti attraverso tre ricostruzioni, che si sono succedute nell'arco di una settantina d'anni: 1238-1310.

Ai tempi di sant'Antonio qui sorgeva la chiesetta di Santa Maria Mater Domini, poi inglobata nella Basilica quale Cappella della Madonna Mora. Accanto ad essa, nel 1229, era sorto il convento dei frati fondato probabilmente dallo stesso sant'Antonio.

CHIESA DEGLI EREMITANI

La chiesa degli Eremitani è una chiesa padovana, edificata nel 1276 in onore dei santi Filippo e Giacomo. Si trova a fianco dell'antico convento degli Eremitani, ora sede dei Musei Civici di Padova. È nota come degli eremitani, dal nome tradizionale dell'ordine mendicante nato dalla fusione prevista dalla bolla Licet Ecclesiae catholicae, di papa Alessandro IV degli Eremiti di Giovanni Bono

CAPPELLA DEGLI SCROVEGNI

La Cappella degli Scrovegni, capolavoro della storia della pittura in Italia e in Europa nel 14 ° secolo, è considerato il ciclo più completo di affreschi realizzato da Giotto nella sua maturità.

DUOMO DI PADOVA

L'attuale duomo di Padova è la terza cattedrale della città a succedersi nello stesso luogo. La prima fu costruita dopo l'Editto di Costantino del 313 e distrutta dal terremoto del 3 gennaio 1117. Fu ricostruito un edificio in stile romanico, visibile negli affreschi di Giusto de' Menabuoi nel battistero.

BASILICA DEL CARMINE

La basilica del Carmine (Piazza Francesco Petrarca) è una chiesa di Padova. Fu edificata nel XVI secolo su progetto di Lorenzo da Bologna a partire da una più antica chiesa trecentesca: la sua costruzione iniziò nel 1335, ma la consacrazione risale al 1446. La costruzione è stata più volte rimaneggiata nel corso dei secoli e l'attuale facciata è stata completata nel Settecento.

BASILICA DI SANTA SOFIA

Santa Sofia è la più antica chiesa di Padova.  Fu edificata nel XII secolo sul sito di un tempio pagano probabilmente dedicato al culto del dio Mitra. La conversione a luogo di culto cristiano sembra sia dovuta a San Prosdocimo in epoca paleocristiana.

TEMPIO DELL'INTERNATO

Il Tempio nazionale dell'internato ignoto è un sacrario e una chiesa di Padova, realizzato a ricordo degli internati nei lager nazisti durante la seconda guerra mondiale. All'interno del complesso è ospitato anche il Museo dell'internamento dedicato a tutta la vicenda storica dell'internamento durante la guerra.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.
.